TAG: Best 3 Memories

felicità

Ed eccoci qui con un bel TAG 😉 Dopo i miei film preferiti, le tre cose che amo di più dell’autunno e i libri di cui non posso fare a meno, ecco i tre ricordi più felici della mia infanzia. Sarà un’impresa titanica rispolverarli dalla mia mente, visto che ho una memoria a breve termine e non so nemmeno quello che ho mangiato a pranzo oggi XD Ma tant’è…
Prima che mi dimentichi, ringrazio Il mondo di Shioren per la nomina 😉

LE REGOLE:

  • Nominare il blog che ha creato il tag: withaspoonfulofsugar 
  • Invitare 5 blog a partecipare
  • Raccontare i tre ricordi più felici della tua infanzia, ovviamente XD

LE MIE SCELTE:

  1. Vedere al cinema Harry Potter e la pietra filosofale – il palloncino giallo sorridente che galleggia nell’aria (vedi sopra) è il ritratto perfetto del mio viso mentre guardavo, per la prima volta, il film del maghetto più amato del mondo. Ricordo che ero andato al cinema con la mia classe, grazie all’iniziativa “illuminata” della nostra maestra delle elementari. Non volava una mosca in sala e tutti noi eravamo imbambolati, con gli occhi fissi sullo schermo. Non avevo mai visto un film così travolgente, dove la magia, quella vera, veniva rappresentata in tutto il suo splendore: giganti, maghi oscuri, bacchette sprizzanti scintille… e poi coraggio, amicizia, amore, la voglia di lottare per quello che conta. Che cosa poteva chiedere di più un bambino di otto anni? Sarò monotono, ma la saga di J.K. Rowling ha segnato positivamente la mia infanzia e, ogni volta che rileggo uno dei libri o guardo un film, non posso fare a meno di sospirare e di ritornare bambino.
  2. L’emozione di un foglio bianco – bastava poco per farmi felice, quand’ero bambino: una matita e un foglio bianco con cui dare sfogo alla mia fantasia. Devo dire che la cosa vale ancora adesso, solo che al disegno ho sostituito la scrittura. Cosa c’è di più divertente ed emozionante di avere carta bianca e inventare ciò che vuoi, senza alcun limite se non quello del buonsenso?
  3. Giocare con gli amici in campo – una cosa che forse le nuove generazioni hanno perso è il divertimento di giocare all’aperto. Non dico che chattare sui social o videogiocare sia necessariamente sbagliato. È semplicemente diverso.
    Ricordo interi pomeriggi passati con gli amici su e giù per le calli di Venezia, a correre col monopattino o coi rollerblade. Si rideva, si scherzava, si pedinava la gente senza farsi notare (a mo’ di agenti segreti) e si suonavano i campanelli per poi scappare via più veloci di un lampo. Chiedo scusa a chiunque abitasse dalle parti di Campo Santa Margherita o Campo San Polo XD Sigh… che bei ricordi…

E con questo è tutto. Spero che la mia lista vi sia piaciuta 🙂 Come sempre non nomino nessuno: se volete fare il TAG, e rivivere i più bei momenti della vostra infanzia, siete i benvenuti! A presto 😉

Annunci

8 pensieri su “TAG: Best 3 Memories

  1. Pingback: Opposite book tag | La Corte

  2. Pingback: Give a book tag | La Corte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...