Film consigliati – Split

Risultati immagini per split film

Dopo un evidente calo creativo, che lo aveva portato ad essere uno dei registi più schifati del globo, M. Night Shyamalan ritorna e lo fa in pompa magna. Ci aveva già provato due anni fa con l’ottimo The Visit, un mockumentary  a basso budget che ci mostrava i nonni come non li avevamo mai visti, trasformati in due psicopatici disgustosi che manco Regan de L’Esorcista. Un film particolare, quasi un voler tornare a fare cinema in punta di piedi, come a dire: “vi ho un po’ deluso, ecco che riparto dalle basi per cercare di fare il boom.”

E il boom c’è stato. Anticipato da una strategia di marketing piuttosto chiassosa, Split è la summa di tutto quello che ci potremmo aspettare da questo talentuoso e particolare regista. Un mix riuscitissimo di generi diversi, dal thriller psicologico all’horror vero e proprio, con qualche contaminazione comica o più propriamente grottesca. Una pellicola che riflette sulle immense potenzialità umane e sul mistero della nostra mente, un luogo su cui ci illudiamo di avere il controllo, ma in cui si possono nascondere veri e propri mostri.
Ciliegina sulla torta, c’è l’immancabile colpo di scena finale. Sennò che film di Shyamalan sarebbe?

Casey, Clare e Marcia, di uscita da una festicciola di compleanno, vengono rapite da un individuo misterioso e rinchiuse in uno seminterrato. Che il loro aguzzino sia pazzo appare chiaro da subito, ma fino a che punto? In un crescendo di terrore, le tre vittime scopriranno che dentro  Kevin albergano ben 23 personalità diverse e che una quarta, chiamata la Bestia, è pronta a mostrarsi al mondo. E loro tre, purtroppo, saranno la sua cena.

Raccontare la psiche dissociata di un assassino è una tema cinematografico/letterario vecchio come il mondo (Psycho, Shutter Island, Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde), ma Shyamalan sa metterci del suo. D’altronde il genere thriller è un po’ come fosse casa sua e lui sa bene quali strumenti usare per stuzzicare noi poveri, ingenui spettatori, a partire dalla scelta della location (un seminterrato senza finestre, soffocante come non mai) alla posizione della telecamera, sempre nel punto giusto al momento giusto.
Il collegamento con l’Hitchcock di Psycho viene quasi immediato, soprattutto nel momento in cui il protagonista entra in scena vestito da donna. Al posto del Norman Bates di Anthony Perkins, però, c’è il Kevin di James McAvoy. L’attore statunitense se la cava egregiamente, riuscendo ad interpretare ben 9 delle 23 personalità del protagonista, nelle quali si è calato profondamente, in ogni minimo dettaglio, a partire dagli impercettibili movimenti del viso.

E arriviamo al fantomatico Shyamalan twist. Come di consueto, il regista gioca bene le sue carte, riconfermandosi per quel bravo narratore che è. Questa volta, però, il colpo di scena è meno roboante, quasi più intimista. Ci offre un punto di vista diverso da cui analizzare il personaggio di Kevin, suscitando in noi una domanda: il killer è davvero un carnefice o solo una vittima esasperata? Forse una risposta precisa non c’è, e perciò è come se il film stesso avesse personalità multiple, fosse spaccato e dissociato.

Insomma, l’ultima prova di Shyamalan è un film che saprà farsi ricordare e che riconferma il talento del regista, a mio parere uno dei film-maker più vulcanici degli ultimi anni, a proprio agio come non mai a raccontare una storia sinistra su uno dei luoghi più angusti e misteriosi del mondo: la nostra mente.
Il messaggio è chiaro: nel bene o nel male l’essere umano sa davvero essere straordinario. McAvoy docet.

Annunci

3 pensieri su “Film consigliati – Split

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...